Cultura

Liquori e vini di Formentera: alla scoperta della produzione vinicola dell’isola

Ci sono tradizioni che a Formentera non muoiono proprio mai: godersi un bagno in uno dei mari più belli e limpidi del Mediterraneo, rilassarsi durante un fresco tramonto in spiaggia o fare un’escursione immersi nel verde incontaminato dell’isola.  Proprio quest’ultima attività diventa l’occasione per scoprire anche un altro lato di Formentera, forse il più gustoso che mai. Molti, infatti, non sanno che Formentera è anche il luogo ideale dove provare i migliori vini e liquori spagnoli, magari accompagnando le altre specialità gastronomiche che l’isola offre, come le rinomate pietanze a base di pesce essiccato.

Il modo migliore per partire alla scoperta della grande produzione vinicola di Formentera è trovare un alloggio in una posizione strategica nelle zone più vicine all’entroterra dell’isola come Migjorn o Cap de Barbaria. In questo modo diventa più facile spostarsi fra i punti di maggiore interesse per le nostre esigenze da aspiranti sommelier. Cercando bene si trovano varie cantine dove fermarsi ad assaggiare l’ampia proposta vinicola dell’isola fra bianchi, rossi e rosados, alcuni dei quali entrati con un punteggio d’eccellenza a far parte della celebre Guia Peñin, la più autorevole guida ai vini di Spagna.

principali vigneti della zona, quasi tutti collocati nei dintorni del Monte Mola nell’entroterra di Formentera, hanno antenati antichissimi: fin dal XIII secolo, infatti, i monaci eremiti giunti sull’isola cominciarono a dare avvio alla coltivazione di pregiate tipologie di vite che sopravvivono ancora oggi nelle tipiche qualità locali di uva rossa come il monastrell e il tempranillo, dal gusto forte e vivace. Ma a Formentera sono presenti anche pregevoli vitigni di cabernet sauvignon o merlot e, per quanto riguarda i vini bianchi, di malvasia o chardonnay. Insomma, un’offerta variegata che non mancherà di soddisfare i palati più esperti!
Fra le numerose bodegas di Formentera vi consigliamo di visitare quella di Cap de Barbaria, specializzata in squisiti e apprezzati vini rossi, e quella di Terramol, produttrice di freschi bianchi e dolci rosati.

Ma Formentera non è solo una vasta cantina vinicola a cielo aperto: terminato il tour enologico dell’isola è subito ora di cominciare a conoscere la sua grande tradizione in fatto di liquori. Gli abitanti della zona amano ordinare a fine pasto una hierbas, ottenuta dalla fermentazione di diverse piante aromatiche quali timo, rosmarino e finocchio, oppure una frigola, variante più balsamica ed estiva. Il palo, nato in origine per combattere le malattie trasmesse dalle punture di zanzare, è invece un ottimo liquore a base di china calisaia, genziana e zucchero, consumato abitualmente come aperitivo.

Ora non resta che concedersi un weekend a Formentera  alla scoperta di vini e gastronomia e lasciarsi trasportare dagli incredibili sapori di una terra ricca di sorprese per gli occhi e il palato!