Vivi l'isola

Formentera in motorino: un itinerario per conoscere l’isola in lungo e in largo

Immaginate di essere in vacanza a Formentera. Vi siete già sistemati in albergo o in un appartamento in affitto, avete già curiosato nei dintorni e state pensando a qualcosa di più del banale tragitto camera-spiaggia? La risposta ideale, in particolare quando parliamo di ferie estive in luoghi caldi e pieni di sole come le Baleari, è un bel giro in motorino alla scoperta dei luoghi più favolosi e delle spiagge più appartate dell’isola.

Facciamo partire il nostro itinerario dal porto di La Savina, punto di arrivo dei traghetti da Ibiza dove molti turisti noleggiano i loro mezzi. Chi volesse utilizzare il motorino senza limitazioni, può invece usufruire del servizio noleggio scooter FormenteraVuela con consegna e ritiro in tutta l’isola, servizio aggiuntivo rispetto al normale affitto appartamenti e booking hotel a Formentera.

Iniziamo quindi il nostro giro dalla Marina di La Savina, tra motoscafi e yacht attraccati ai moli, dirigendoci subito verso Es Pujols, costeggiando Estany Pudent,la laguna maggiore, e passando per la Riserva delle Saline. Passata la cittadina, centro turistico che ospita i più noti hotel e appartamenti di Formentera, svoltiamo verso l’entroterra in direzione San Francisco Javier, capitale dell’isola. A questo punto, magari dopo una pausa in un bar per un drink rinfrescante, si può andare verso Cala Saona, spiaggia bianca di fronte a uno splendido mare turchese, abbastanza frequentata nel periodo estivo.

A questo punto, dopo un buon pranzetto di pesce al ristorante Sol, è d’obbligo una visita a Cap de Barbaria per qualche fotografia alla vista panoramica che si può godere dalla scogliera. La dritta stradina che porta al faro è perfetta per chi viaggia in motorino, capelli al vento e sotto uno sconfinato cielo azzurro.

Ottima alternativa a questo percorso panoramico, soprattutto per chi ama scoprire i diversi litorali di Formentera, è la spiaggia di Migjorn, raggiungibile in pochi minuti da San Francisco Javier, San Ferran o Es Pujols. Lunga oltre 6 chilometri, questa striscia di sabbia bianca offre spazi isolati, chiringuito e ristoranti sul mare per tutti i gusti. Proseguendo nella parte più stretta di Formentera, troviamo anche la spiaggia di Calò de Sant Augustì, gioiello di sabbia bianca con fondali perfetti per le immersioni.

Oltre Es Calò, l’isola si allarga in un territorio pianeggiante dove potrete ammirare uno dei tipici mulini a vento vicino alla cittadina di Pilar de la Mola, famosa per i suoi mercatini hippie, e l’imperdibile faro, al limitare orientale di Formentera, altro punto da cui godere di un panorama mozzafiato. Chi non volesse spingersi fino all’altro capo dell’isola, può sempre ripiegare verso Es Pujols e, tempo permettendo, proseguire verso le splendide spiagge di Illetas e Levante, al limitare opposto dell’isola, verso nord.

Questi sono solo alcuni dei mille tragitti possibili per chi vuole andare alla scoperta di Formentera in scooter. Per scoprire altri luoghi particolari o possibili itinerari, continuate a seguire il blog di FormenteraVuela, sempre aggiornato con esperienze e consigli di chi le Baleari le conosce e le vive ogni giorno. Casco in testa e fate buon viaggio!